.

5 novembre 2016

IL PROFUMO: BAPTÊME DU FEU di SERGE LUTENS








SERGE LUTENS
BAPTÊME DU FEU
Collection Noir
Eau de Parfum
Novità 2016






"Un parfum naît d’une émotion donnée par un texte littéraire, une senteur, une couleur, une sensation ou par un court circuit offert par le temps"
Serge Lutens

Un linguaggio olfattivo che tocca sempre le corde delle emozioni. Serge Lutens vive le sue creazioni come una catarsi, una metamorfosi che prende vita da sensazioni buie, intime, profonde e si trasforma in un balsamo odoroso purificante. 
Baptême du Feu è l'ultima composizione di Serge Lutens per la Collection Noir. Come nella migliore tradizione dei grandi classici Lutens, evoca lo spleen dell'autore, il suo bisogno di esorcizzare le paure e gli inganni della vita attraverso un potente talismano. L'odore è una forma di risoluzione perpetua, nelle sue formule matematiche si annida il piacere che libera e consola. La fragranza diventa trasposizione dell'essere, protagonista nel tempo, nei luoghi, specchio ideale, pelle parlante in assenza di parole. Ciò che il pensiero con insistenza macina e non è in grado di distruggere, è infine delicatamente lenito dalla fragranza. Le domande si svuotano della loro curiosità, tutto resta avvolto da un alone confortante, una brezza tranquilla sospesa tra presenza e assenza. Nel ritmo incessante della memoria.
La nuova fragranza è accogliente e languida, non sperpera dolcezza, non diffonde le solite confettose delizie e sebbene Lutens la indichi appartenere ai gourmand, non riproduce la consueta sequenza olfattiva ma ne proclama l'originalità in un'evoluzione più dolcemente fresca e consolatoria. Baptême du Feu non è attraversata da quel lucore pastoso e mielato ma va a segno con un sapiente gioco di ombre spigolose e improvvise, contrapposto a fiammelle di luce ardente, segnali vividi di emozioni in equilibrio tra memoria del passato e sensazioni che lampeggiano nel presente. Vivace nell'incipit, colpisce questa inaspettata nota agrumata e croccante di buccia di mandarino tostata generosamente legata ad un accordo armonioso "scomposto" di spezie pungenti. Cannella, chiodi di garofano, zenzero si mescolano al liquoroso, sognante nettare d'ambrosia. Nel finale irrompe un tono lievemente metallico e, nella sfumatura animalica vanigliata del castoreo, fissa la sua appagante persistenza. Soffice, piccante come pan di zenzero, il jus muta in sensuale gioia olfattiva, traccia una scia dal carattere fougere caramellato, avvolgente, pronta a sedurre senza sensi di colpa l'anima e dissipare la foschia opaca dell'esistenza.
Nel formato Eau de Parfum flacone vapo 50 ml, disponibile nelle profumerie concessionarie esclusive.
©thebeautycove












13 commenti:

  1. Anonimo7/11/16

    certo che ne fa di profumi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mai uno più del necessario, per me che lo amo a prescindere.

      Elimina
  2. Anonimo7/11/16

    molto interessante credo lo aggiungero al mio fiveoclock au gingembre

    RispondiElimina
  3. Anonimo7/11/16

    ma come si fa a parlare di profumi si può imparare a scrivere in qualche scuola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo, la scuola della passione, del tuo naso, della tua pelle e delle tue emozioni. non si impara ad amare, si ama.

      Elimina
  4. Anonimo7/11/16

    io vorrei prendere un luten come primo profumo ma tra i recenti cosa consigli?

    RispondiElimina
  5. piano lety7/11/16

    sempre belle le tue recensioni anche se mi tocca leggerle due volte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. due è meglio che one. ;-)

      Elimina
  6. Anonimo8/11/16

    mi han detto che è per Natale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma ancora stiamo a fare distinzioni tra natale capodanno e tutte le feste dell'anno? o il genere della fragranza? superiamo questi inutili ostacoli e mettiamoci quello che ci piace quando ci pare.

      Elimina
  7. bellissimo questo blog! non conoscevo! mi sfoglio tutte le recensioni profumi!

    RispondiElimina