.

27 aprile 2016

IL PROFUMO: J'ADORE Eau Lumière EdT di DIOR









DIOR
J'ADORE
Eau Lumière
Eau de Toilette
Novità 2016





J'adore scopre la sua primavera. Ed è una primavera inondata di luce. 
È una luce più radiosa che mai ad enfatizzare il celebre bouquet floreale della fragranza.
François Demachy, Créateur-Parfumeur Dior, ha saputo trasformare la meravigliosa nota del Neroli, non un Neroli qualsiasi ma il prestigioso presidio Neroli di Vallauris, in luce pura, fondendola all'universo olfattivo di J'adore.
Un fiore-luce capace di offrire tutto il suo aroma brioso e scintillante, una nuova espressività odorosa, aperta e raggiante come il più attraente dei sorrisi.
François Demachy imprime una straordinaria luminosità a J'adore Eau Lumière EdT, ne sottolinea la personalità unica conservando la firma floreale originale. Un passaggio delicato che esprime leggerezza mantenendo intatta l'esclusiva identità. L'ha rinnovata in freschezza donandole una luce chiara e splendente, un'armonia radiosa che cita una gioia intensa, una straordinaria voglia di vivere.
"J'adore Eau Lumière Eau de Toilette possiede un temperamento straordinario. Un lato attraente e frizzante. Un'esplosione immediata, un piacere senza compromessi"
L'apertura con Essenza di Arancia Sanguigna cattura e risveglia i sensi, una nota esperidata fresca e fruttata, succosa e golosa, attraente come una caramella frizzante. Le essenze floreali maestose esaltano la bellezza esuberante dei petali. La dolcezza leggermente agrumata e vanigliata della Magnolia, la bellezza vigorosa della Rosa Damascena si accendono potentemente con il Neroli di Vallauris, fiore dalle vibrazioni uniche, luminoso come il bianco dei suoi petali, caldo e dorato come il sole del Mediterraneo, la sua luce irradia in pienezza J'adore Eau Lumière. Le note di fondo esaltano il loro carattere grazie all'Essenza di Sandalo dello Sri Lanka, sensuale e latteo, dona energia alla composizione facendola vibrare all'infinito.
E' sempre la splendida Charlize Theron, ritratta da Peter Lindbergh, a risplendere nei bagliori avvolgenti della fragranza. Libera e sorridente incarna una bellezza spontanea e luminosa, una sensualità che attrae e conquista con la parola magica J'adore esclamata e sussurrata con gioia.
J’adore Eau Lumière Eau de Toilette è disponibile nel formato 50 e 100 ml. Nelle profumerie concessionarie da metà Aprile 2016.
©thebeautycove





Un tesoro della Provenza: il Neroli di Vallauris
La Provenza è molto cara al cuore della Maison Dior.  
Christian Dior trascorreva lì momenti magici e decisivi per le sue creazioni, tanto che nel tempo acquistò lo splendido Château de La Colle Noire.
Un territorio senza eguali che la Maison Dior intende preservare con costanza e passione.
Introdurre nella composizione di J'adore Eau de Toilette un'essenza di "Neroli Pays", originario del territorio di Vallauris, è un gesto forte.
François Demachy teneva in modo particolare a far rivivere il ricordo intimo delle piantagioni di Aranci amari della sua infanzia a Grasse. Scegliere di utilizzare il celebre Neroli di Vallauris è segno della volontà di valorizzare il savoir-faire tipico del territorio di questi fiori d'eccezione.
Il "Neroli Pays" possiede sfaccettature uniche, di una potenza senza eguali. Frizzante, risuona nelle note di testa con la sua floralità agrumata. Valorizzare il Neroli di Vallauris non è né una scommessa, né qualcosa di folcloristico.  Dior sente il dovere di fare tutto il necessario per preservare un savoir-faire raro. Le sue qualità olfattive non hanno bisogno di conferme, sono uniche e riconosciute da tutti. Si tratta semplicemente di conservare un territorio e  i suoi mestieri " François Demachy
Ci fu un tempo felice in cui il Neroli era uno dei fiori all'occhiello della regione di Vallauris Golfe Juan. In ogni dove si raccoglievano i fiori bianchi e profumati degli aranci amari, che sbocciavano intorno a metà aprile. Distillati secondo precisi metodi artigianali, la loro raccolta era affidata ad una cooperativa regionale. Oggi, nonostante la produzione sia ormai diminuita, la tradizione non si è fermata. La cooperativa riesce ancora a produrre una piccola quantità di Essenza di Neroli di Vallauris, molto ricercata per la sua qualità e la sua rarità.
Un impegno preciso per la Maison Dior che intende valorizzare questo territorio e risvegliare l'interesse dei giovani coltivatori per la raccolta del Neroli. Una pratica piena di speranza e di ambizione.





7 commenti:

  1. Anonimo27/4/16

    bella lei!

    RispondiElimina
  2. Anonimo27/4/16

    il mio prof prefertio

    RispondiElimina
  3. Anonimo27/4/16

    un altro??? ma a quanti stiamo???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diverse concentrazioni e tutte meraviglie!

      Elimina
  4. un profumo che ricompro sempre volentieri proverò questo

    RispondiElimina
  5. sixton28/4/16

    mi piace molto la nota del neroli trovo che sappia di agrume più caldo e solare

    RispondiElimina
  6. Anonimo28/4/16

    ei interessante questa nuova sfaccettatura

    RispondiElimina