.

12 dicembre 2015

IL PROFUMO: VINTAGE di CHABAUD Maison de Parfum








































CHABAUD 
Maison de Parfum
VINTAGE
Eau de Parfum

Per chi almeno una volta ha rovistato furtiva nei cassettini proibiti della mamma in cerca della bellezza nascosta. Per chi la vanità cos'è se non un valore aggiunto alla bellezza. Per chi ha visto e rivisto La finestra sul cortile e ha immaginato di essere Grace Kelly, di indossare i suoi abiti, di avere i suoi capelli e i suoi occhi e probabilmente anche il suo profumo. A chi per qualche istante si è atteggiata all'immagine di bionda, diafana, algida, misteriosa, quella bellezza rubata agli anni '50, adorata da Hitchcock, divina diva, eternamente elegante, dotata di fascino invadente e sfuggente, splendidamente incandescente dentro un'apparente altera freddezza. 
Tanto lascia immaginare la fragranza Vintage di Chabaud, evoca un fascino misterioso, cattura il carisma di una bellezza sofisticata, trasmette quella velatura aromatica retrò di certe coloriture odorose che appartengono al passato e sembrano uscire da vanity table foderati di raso rosa, da minuscoli cassetti colmi di belletti profumati di confetto, piccoli tesori custoditi in mini trousse dorate, ciprie e piumini vaporosi, rossetti a scatto, ciglia finte. Una bellezza che appartiene alla nostalgia, celebrata nel suo splendore più vivido da questo jus, nei suoi sofisticati accordi dedicati alle sognatrici, al ricordo di deliziose atmosfere del passato riprese in una vibrazione delicatamente chypre, nel lieve accento orientale da grande classico superfemminile.
Senza esitazione l'apertura è già sontuosa e avvolgente con la stuzzicante evanescenza del garofano irrorato da un gustoso maturo mandarino. Nulla intimidisce i fiori che sbocciano nel cuore, nella loro evidente e satura bellezza, tuberosa, gelsomino e ylang-ylang intrappolano la dolcezza dell'abbandono, scaldano e invocano una femminilità passionale e dirompente e sostengono un finale da mordere, ludico e sbarazzino, invitante, soffice, dove affondare pelle e naso, una pralina di mandorle e caramello, golosa, generosa, ammaliante di dolcezza, un concentrato di piacere, dal quale trarre la più durevole soddisfazione sensoriale. Un morso e poi un altro sulla pelle di miele.
Creata da Sophie Chabaud.
Nel formato Eau de Parfum 100 ml. In Profumerie selezionate e sul loro sito chabaudparfum.com
©thebeautycove

Fino al 20 Dicembre 2015 le fragranze Chabaud possono essere acquistate sul loro nuovo sito e-commerce chabaudparfum.com con lo sconto del 15% utilizzando il coupon "chabaud15" comprensivo di consegna gratuita.






12 commenti:

  1. P.Ser.12/12/15

    bella descrizione!! sarei curiosa di sentirla a Milano chi la tiene? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiediamo informazioni all'azienda poi pubblichiamo. grazie del commento

      Elimina
    2. a Milano da Profumeria Oggioni viale Regina Giovanna 36 e presto in altri p.v.

      Elimina
  2. Anonimo12/12/15

    li ho visti al Pitti ma non ho sentito nulla dei loro profumi. ci saranno alla prossima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. saranno presenti anche ad Esxence a Marzo 2016. grazie del commento.

      Elimina
  3. Anonimo12/12/15

    ma sulla pelle diventa troppo dolciotta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sulla mia pelle le note zuccherine tendono a svanire rapidamente mentre avverto benissimo il bouquet floreale veramente raffinato e persistente.

      Elimina
  4. Anonimo12/12/15

    dove si può sentire a Milano?

    RispondiElimina
  5. Anonimo12/12/15

    che profumo indossava Grace nel film?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a Grace Kelly vengono attribuite diverse fragranze, le più note sono Joy di Patou e Fleurissimo di Creed. Nel film, uscito nel 1954, è probabile indossasse Arpege di Lanvin. grazie del commento

      Elimina
  6. Anonimo12/12/15

    carine le loro fragranze ne ho sentite un paio,, non sono male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quali? grazie del commento

      Elimina